icon--tourist icon--share icon--checkin icon--photos icon--flag icon--water icon--tenda icon--link-download icon--checklist icon--home-full icon--slider-arrow icon--home icon--metratura icon--clima icon--auto icon--tv-sat icon--wc icon--doccia icon--link-arrow icon--calendar icon--depliant icon--facebook icon--flickr icon--gmap-pin icon--googleplus icon--instagram icon--magazine icon--menu icon--meteo icon--pinterest icon--twitter icon--users icon--webcam icon--youtube icon--virtual-tour

Da vedere

Disponibilità / prenota:

Laguna ed entroterra

laguna

Le bellezze del territorio, la laguna

La laguna di Venezia è la più vasta laguna costiera dell'Alto Adriatico, con una lunghezza di circa 50 chilometri e una larghezza compresa tra i 10 e gli 11 km.
È un ambiente in perenne metamorfosi, dove le acque occupano buona parte della superficie totale, costantemente modellato dall'azione degli agenti atmosferici e dell'uomo.
La profondità degli specchi d'acqua varia dai pochi centimetri delle valli interne a qualche decina di metri in corrispondenza dei porti e dei canali di navigazione.
La laguna è separata dal mare Adriatico da un cordone litoraneo costituito da quattro lidi sabbiosi, stretti e lunghi: Cavallino, Lido, Pellestrina e Sottomarina.
Lo scambio idrico con il mare avviene attraverso le tre bocche di porto del Lido, di Malamocco e di Chioggia.
Dai bassifondi lagunari si innalzano isole e isolotti di altezza variabile sul livello del mare, alcuni stabili e densamente popolati, altri in formazione o in erosione.
Le barene sono isole basse e piatte formate da sedimenti di limo e argilla, dove nidificano colonie di folaghe, anatre selvatiche, aironi, svassi e cormorani.
La fauna acquatica è composta principalmente da molluschi, crostacei, anfibi, rettili e numerose specie di pesci.
Nelle valli da pesca delimitate da argini, che occupano buona parte dei bacini nord e sud della laguna, viene praticata da secoli la vallicoltura, un particolare sistema di allevamento e gestione delle specie ittiche migratorie.
Branzini, orate e anguille compiono infatti periodiche migrazioni dal mare alla laguna in primavera e dalla laguna al mare all'inizio dell'inverno.

_MG_6463

Il litorale del Cavallino

Cavallino Treporti è un esempio invidiabile di località turistica "verde" a bassissima cementificazione, dove l'uomo ha saputo armonizzare sviluppo economico e salvaguardia ambientale.
Il suo Litorale è costituito dalla penisola che delimita a Nord la laguna di Venezia.

La spiaggia di sabbia dorata lunga ben 15 chilometri, le verdi campagne dell'entroterra dove si producono ortaggi di ottima qualità e le valli da pesca dove si allevano pesci pregiati rappresentano un'oasi felice per tutti coloro che amano la natura, la vita all'aria aperta e lo sport. E ci sono altre attrattive...

La vicina Jesolo offre mille opportunità di svago, shopping e divertimento.
Venezia, città unica e famosa in tutto in tutto il mondo per l'arte, la storia e la cultura, si può raggiungere velocemente in motonave da Punta Sabbioni, attraverso la stessa "porta a mare" che un tempo varcavano le sue potenti flotte.

Bandiera Blu 2016

Spiaggia D’eccellenza: Bandiera Blu 2016 A Cavallino-Treporti

Dal 2006 sul litorale di Cavallino-Treporti sventola ininterrottamente la “Bandiera Blu”, il prestigioso riconoscimento internazionale che viene attribuito alle località turistiche d’eccellenza per la pulizia delle acque di balneazione, ma anche per la qualità dei servizi offerti e il rispetto dell’ambiente. Il premio viene attribuito dalla Fee- Foundation for Environmental Education, con la partecipazione dell’Unep – Programma delle Nazioni Unite per l’ Ambiente e l’Organizzazione mondiale del turismo. Per assegnare il riconoscimento, di anno in anno le località turistiche sono sottoposte, dalla Fee, ad un’accurata analisi. Solo quelle spiagge che soddisfanno determinati criteri di qualità riescono ad ottenere la “Bandiera Blu”. Col passare degli anni i criteri richiesti si sono fatti sempre più rigidi. Ma, nonostante questo, dal 2006 il litorale di Cavallino-Treporti è riuscito a confermare tutti gli anni la sua “Bandiera Blu”. Un’ulteriore testimonianza di quanto elevata sia la qualità della vacanza che questo territorio offre ai suoi graditi ospiti.

In particolare, il litorale di Cavallino-Treporti è stato premiato per l’eccellente qualità delle sue acque di balneazione, sottoposte ogni anno ad una lunga serie di analisi specifiche. Ma il riconoscimento è frutto anche della qualità della nostra costa; della costante pulizia, della ricchezza dei servizi al turista e della sicurezza delle nostre spiagge; oltre che merito della profonda attenzione alle tematiche ambientali: iniziative di educazione e sensibilizzazione, corretta informazione, particolare riguardo ad un corretto smaltimento del ciclo dei rifiuti.

Oggi il turismo è sempre più sinonimo di sostenibilità ambientale. L’impegno di tutti gli operatori di Cavallino-Treporti è di mantenere intatto l’elevato standard di qualità raggiunto. E, se possibile, di migliorarlo ancora, perché questa piccola penisola incastonata tra il mare e la laguna di Venezia sia sempre più il fiore all’occhiello del turismo europeo.

Seguici

I nostri social networks